30.12.05

FERIE FERIE FERIE!!
QUESTO BLOG CHIUDE PER FERIE....
ME NE VADO Là DOVE C'è IL MIO CUORE 8COME DA LINK A FIANCO)
CI SI RIVEDE IL 09!

BUON ANNO A CHI PASSA DI QUA!

29.12.05

pare impossibile

E’ che la mia neve fa rumore.

E’ generatrice di rumore prima di cadere,
quando i miei capelli cominciano a prendere vita e diventare ricci e a incrociarsi tra loro, che allora li devo ammonire, se no si comportano male e fanno gli ischerzi come i capelli di Medusa, che poi invece del balsamo devo usare la boccetta del valium.

Fa rumore mentre cade,
che urla, ve l’ho già detto l’altro giorno, anche se la mia immagine allo specchio mi ha detto che potrebbe essere un problema solo mio, una sorta di “urlo interno” che viene personificato in ogni singolo fiocco di neve che è abbandonato a se stesso e a se stesso non ha che da badare, altro non sa altro non conosce che non sia la strada che ha già fatto, un po’ come le pecore del “canto notturno di un pastore errante dell’Asia”.

Fa rumore quando è caduta,
sotto i miei anfibi nerineri, contrasto deciso e abissale con il candido pallore del suolo.
Altro che Brianza inquinata.
Quando è caduta e gela, fa quel rumore che pare di schiacciare polistirolo espanso, e non ho ancora capito se mi piace o no come rumore…

E’ che è neve di città.
Infondo è fonoassorbente alla fonte
E restituisce il tutto alla sede finale del suo cadere.

In montagna è diverso.
Ma mancano ancora 42 ore.

28.12.05

66 ore

Nero di seppia il cielo non illuminato
Bianco di luna il suolo animato
che sia neve o tenebra abissale
il mio cuore inquieto non riesce a calmare.

Che da fare e mille azioni e gesti e parole
ancora 66 ore prima del sonno
ancora ancora ancora.....

27.12.05

Oggi

La neve fa rumore.
Ogni piccolo fiocco che scende solitario
lontano spaz siderali l'uno dall'altro
urla la sua venuta
sbraitando la sua momentanea presenza.

Sonno
Delirio
e
Lavoro.

Arriveranno le ferie?

24.12.05

prima lo scrivo e poi arriverà Natale

Un abbraccio caldo e morbido
Tanta serenità e Amore
Tanta gioia
Pre - natalizia
Natalizia
Post - natalizia

Un buon anno nuovo
Un buon decennio a seguire
Una buona vita.

Un buon Viaggio a tutti Voi

21.12.05

Superbia

Voglio che mi abbia vista bellissima
irraggiungibile
inimitabile
come lei non potrà essere più.

Superbia.
E non mi riconosco più allo specchio.

20.12.05

Homogenic

Amabilmente agrifoglieggio in giro per la stanza,
prendendo pieno possesso di un luogo che non è mio
e che forse non lo sarà mai
ma che potrebbe anche esserlo
(lasciamo dormire i sogni fin che restano tali e non diventano desideri)

Incredibile penso
che le cose sono tutte liquide
dato che la staticità
non esiste
e il tempo che scorre è fluido
come la cioccolata che faccio a casa
(capitasse una volta che fosse densa come budino...)

Trise mi rifaccio
a una cosa che ho letto
e che merita di essere letta
avendo il tempo
e le proprietà linguistiche

E ancora Agrifoglieggio
serena e luminosa
infondo perchè
le stelle brillano ancora
anche nel nero della notte
anche se non sanno
che a brillare accanto a loro brillano in mille
ma brillano
per il piacere di chi le guarda
(e un pò per se stesse)

19.12.05

soleggiata

infondo anche se grigia la giornataè stata soleggiata.
E io resto natalizia anche se solo per un vezzo tra i capelli.
Il maglione agrifoglieggiante l'ho lasciato a casa.
Ma finalmente l'ho trovato

16.12.05

Plik...

Plik! Plik!
In mezzo al frastuono
al trambusto,
ai rumori...

Plik! Plik!
imprecettibile batte
sul mio cuore di ceramica...

Plik!Plik!
Lenta e ritmata
e inesorabile...

Plik! Plik!
L'idea che ho di te mi logora
se non posso davvero vederti...

15.12.05

Quisquiglie

Ho avuto occasione di dialogare amabilmente riguardo a come dovrebbe essere un rapporto a due... Ma è davvero possibile stereotipizzare un qualcosa di così impalpabile (anche se forte e sentito?)

La vita mi ha insegnto fin troppo bene che i principi azzurri a dorso di cavallo bianco non esistono (e che quelli delle favole non lavavano le pentole e i tegami e poi erano tutti maschilisti), e io ho trovato un Orso colorato che cavalca i suoi anfibi (naturalmente solo quando nevica e non deve andare a lavorare, che gli anfibi mica li si può portare tutti i giorni, sono una scarpa d'elite! ;) hihi..).

La vita sfugge sfuggevole dalle zampe dell'Orsa che non vuole essere un fenicottero se poi le cornacchie scappano (vedi commenti ai post precedenti). Infondo l'Orsa può e vuole essere semplicemente un'Orsa. Ma non una qualsiasi, ma una Colorata e Solare, e con qualche zona d'Ombra, che un lato esposto al freddo nord ci deve giustamente essere sempre...

Vorrei un agrifoglio, come quella bellissima pianta che avevo in giradino da piccola, di cui ora ricordo uno sfuggevole ricordo disarmante per l'opacità dei colori che invece ho la percezione essere stati a dir poco sfavillanti...

Vorrei semplicemente riposare.
Spegnere il cervello.
Per favore.
Fatemi dormire

14.12.05

mal di gola

Su su! Prendi la propolina che ti fa bene!
ma..ma..uffi...
FORZA! Apri le fauci e inghiotti!
BLEAH!! Ma è amaraaaa
Quante storie, che sarà mai!
Ma è amara cumè ul tosic!!

13.12.05

qualcosa

Freddo freddo freddo...
Brividi brividosi
naso che cola
mal di gola (mannaggia a me ho scordato la propoli)...
comincio a capire perchè ieri
ero tutta natalizia e agrifoglieggiante
cominciavo già a non stare bene!!

In più c'è una giovane cornacchia grigia che è tutto il giorno che sta appollaiata sulla recinzione...
Non l'ho chiamata io, davvero!
A meno che sia amica del fenicottero...

9.12.05

Abbraccio

Di questo abbraccio
Invisibile e Caldo,
ce ne si dimentica spesso...

Che ha farla da padrone sono gli eventi
che mangiano con gusto il cuore
a piccoli pezzi sopraffini...

Che diventati grandi,
sembra di non avere più nessuno
da guardare
alzando il capo e le braccia

nessun padre
nessuna madre
sembra di avere...

Che l'Amore possa dunque tornare nei Vostri cuori!

O Vi possa rimanere per sempre,
se già è in Voi!

Che torni a prendervi fissa dimora
come un bimbo da tenere stretto in grembo
e con l'amato alle nostre spalle
che ci protegge dal vento del tempo...

7.12.05

eccolo il momento

Mi sono illusa per quasi quattro anni che fosse tutto a posto e che non ci fosse niente che non potesse accadere se lo volevo daverro con tutto il cuore e invece lo specchio magico è tornato al suo posto mostrandomi il vero lato della medaglia caduta di taglio...lo sai la verità qual'è? è che ho paura di tornare ad essere fredda come una macchina... l'altra volta è stato così... ed è una sensazione tanto orribile... che non voglio riprovare... ma il mio corpo reagisce in quel modo... gioppino in casa e marmo fuori...

5.12.05

ripenso

Sospiro a ripensare
il ricordo del mare
sognato e ricodato
e amato anche d'inverno
e il lento e costante
incedere delle onde
sui miei piedi
e sul mio umore
che a svegliarmi così rilassata
sognerei mare ogni notte...

Ripenso ancora a coccole amate
attese cercate
e date,
che senza,
il mare non saprei neanche esistesse...

E ancora a amiciluceviva
che ogni tanto un pò di petrolio
per alimentare la loro luce
bisogna che lo cerchino anche da noi
(come hanno fatto)

E infine
un attimo lungo più attimi insieme
che mi ha fatto ricordare
che le rose avrebbero lo stesso profumo
anche se le si chiamasse diversamente...

2.12.05

momenti

arriva un momento in cui bisogna mettere i piedi per terra e vedere cosa si vuole fare dei propri sogni. un momento in cui sembra che tutto crolli e nulla resta a suo posto
ma
bisogna prendere il coraggio a due mani
e fare la scelta giusta
che non vuol per forza dire tarpare le ali ai nostri sogni
ma
prendere coscienza delle proprie capacità
e ripartire

sensazioni

Per favore,
aspetta!

...non ancora...

Davvero,
aspetta..

1.12.05

c'è solo un modo per farlo

..Ovattami l'anima con lo zucchero filato
e poi dimmi
se hai il coraggio di venire a riprendermi...

30.11.05

trainning autogeno

inspira...
ripeti dopo di me:

"Sono un fenicottero rosa"
"Sono un fenicottero rosa"

espira..

"Sono un leggiadro fenicottero rosa!"
"Sono un leggiadro fenicottero rosa!"

va meglio lo stress?

...flap flap flap...

29.11.05

test

A parte il fatto che io ODIO i lavori di routine, per il resto sono proprio io... che strano test...

Il tipo estroverso sentimento è principalmente interessato alle persone e a mantenere delle relazioni armoniose. È generalmente una persona molto sensibile ai sentimenti e ai bisogni della gente. Sente un forte bisogno di aiutare gli altri e di rendersi gradevole. Ha difficoltà a dire di no quando gli viene chiesto qualcosa. Allo stesso tempo è anche molto sensibile ai complimenti: ha bisogno di sentirsi apprezzato. Può essere una persona che si offende abbastanza facilmente e può prendere decisioni drastiche come troncare un rapporto se reputa di essere stato trattato ingiustamente. Ha la tendenza a prendere le cose in maniera eccessivamente personale. È una persona generosa e leale con un il grande dono di simpatizzare con gli altri. È un ottimo amico, capace di farsi in quattro per le persone a cui vuole bene. Attribuisce un grande valore alla famiglia e all'amicizia. Può a volte essere un po' rigido nel valutare le cose in termini di giusto o sbagliato, bianco o nero. Ama i beni materiali e le attività fisiche all'aperto. È capace di dedicare molta energia a opere caritatevoli, al volontariato o comunque ad aiutare gli altri a risolvere i loro problemi. È una persona vivace, pragmatica e con i piedi per terra. È anche una persona organizzata ed efficiente. Ha generalmente un marcato senso del dovere. Dato che la sua funzione inferiore è il pensiero, tende a non valutare le situazioni con logica e obiettività. Questa relativa mancanza di senso critico può portarlo a sopravvalutare o idealizzare le persone o le situazioni. Oppure a essere a disagio nel prendere decisioni che richiedono un buon distacco analitico. Questo tipo inoltre non è un amante dei cambiamenti. Tende a essere un tradizionalista che preferisce continuare a fare le cose che conosce e che sa fare. Ha quindi difficoltà ad affrontare le novità, come per esempio cambiare lavoro. Questa sua caratteristica lo porta ad apprezzare e ad adattarsi molto bene alla routine e alle attività regolari. Sul piano lavorativo è portato per le posizioni che comportano delle frequenti relazioni con le persone come le posizioni di vendita, l'insegnamento, l'assistenza clienti oppure posizioni in campo sociale. È anche molto sensibile ai beni materiali. È molto abile nelle relazioni. È in grado di creare un eccellente clima di cooperazione e di portare gli altri a raggiungere gli obiettivi prefissati.

telefonata

“Gutenmorgen bin ich Herr X und ich carrling für y-Firma”
“eeeh?!?!”
“sprechen Sie Deutsches?”
“…no…”

...La mamma me lo dice da anni che dovrei aprirmi alla comunità europea e andare a fare qualche simpatico corso di lingue....

28.11.05

statistiche

Tre persone hanno partecipato tutte allo stesso evento nello stesso momento, una accanto all'altra.
A tutte e tre ho chiesto separatamente:
"Allora, ieri come è andata?"
ben intendendo una cosa specifica, riguardante l'evento stesso, di cui con tutti e tre avevo parlato in precedenza...

Le risposte ottenute mi hanno dimostrato ancora una volte che:
Non è per forza detto che tutti debbano vedere le cose dal tuo punto di vista.
Non è per forza detto che tutti siano sulla tua lunghezza d'onda.
Non è per forza detto che facendo esperimenti del genere non si ottengano interessanti risposte alternative a domande che magari non avresti mai posto.

1 persona ha parlato di tutt'altro.
1 persona mi ha parzialmente detto quello che volevo sapere,
1 persona - finalmente - mi ha detto quello che volevo conoscere.

...inquietante...

25.11.05

neve...

...a scuola mi hanno insegnato
matematica
fisica
chimica
per poter calcolare con precisione
in base a determinate forze e ipotesi
quanti fiocchi di neve ci vogliono
per coprire la mia macchina...

24.11.05

...

Voglio spaccare
buttare per terra piatti e bicchieri
e pentole e tegami
che oggi urlare non basta proprio
che dire che noncelafaccioprorio
non lo si può proprio fare
che a rimetterci l’anima
il cuore
il cervello
e il fegato
ci vuole un secondo
e a riprendersi ci vuole una vita…

Ma lasciatemi liberare

Non avvolgetemi in un abbraccio che non verrebbe ben accolto perché ho bisogno solo di un sacco di quelli per allenarsi a fare la box e pestare duro, di forza, a muoversi di gambe e a tenere alta la guardia, quella che invece inevitabilmente si abbassa, si abbassa sempre!

E allora STUMP!

Ti ritrovi a terra…

Fragile e debole…

Ma se
Come questa volta,
il colpo non è così preciso e non ti prende in pieno viso,
allora resti sveglio e a terra non cadi
ma ti rodi il cuore
il cervello
il fegato
e l’anima per esserti fatto soggiogare...

Che non ci sono buoni propositi,
esistono solo i fatti.

dialogo con un "verdeggiante" amore

Vorrei una casa con giardino,
come quella in cui sono ora,
ma ne vorrei una mia,
con un giardino protetto dal vento
ma baciato con la giusta passione dal sole,
per poter godere di te,
mio sole nel gelido dicembre,
per avere l'idea concreta che mi ricorda
che l'inverno
non è la morte
ma il riposo

23.11.05

barriere

Superate le barriere e gli ostacoli
riprendo possesso di un pezzo di passato che credevo non avrei più potuto riprendere.

E' sempre stato qui nel mio cuore.

...Ma averlo davanti è ancora più bello...

21.11.05

Sorrisi alla finestra

Ricordo un tempo lontano dove la mia anima vibrava come le corde di una chitarra dolcemente suonata da un esperto ma giovane giocoliere di arti e musica, ancora incapace di esprimere davvero ciò che sentiva.

La mia anima faceva rumore, non melodia.

E ora invece risuona,
colora i giorni e le ore
e a volte non sento che il soffio impalpabile
di un liuto,
lontano…

18.11.05

...Strango...

...stasera sarò qui da amici di cuore e speciali, a cantare a squarciagola canzoni ben note e a danzare follemente senza saperlo fare...

Finalmente, ancora una volta Vivo!

17.11.05

Post Piagnucoloso

Sono un pò stanca di scegliere regali e organizzare festeggiamenti per chi ha ottenuto "la laurea"...

...E a un'Orsa che fa il suo lavoro
che si impegna per gli altri
e fa ottimi cocktail...

Chi lo fa il regalo?

Lezione del giorno:
Ricordati di ringraziare chi fa qualcosa per te

16.11.05

clienti

...purtroppo i clienti non si chiedono mai cosa tu abbia da fare o come è andata la tua giornata. I clienti si sentono in obbligo di pretendere dato che pagano. E in parte hanno ragione, sempre però restando il fatto che si parla di relazioni tra uomini e uomini sullo stesso livello e con la stessa umanità...ma questo ce lo si dimentica spesso, molto spesso... e a chi subisce tocca inghiottire... e chi lascia la strada vecchia per la nuova, sono un pò fatti suoi....
non dico che siete perfetti, ma se chi vi ha contattato ha trovato in voi un pò di umanità, se ha un minimo di sale in zucca si renderà conto che mancherà dall'altro lato nella nuova scelta che stanno andando a fare...

15.11.05

coperta

..Voglio una coperta che mi avvolga
che mi scaldi il cuore e l'anima
che non cancelli l'inverno,
ma che mi colori una tela d'estate...

14.11.05

risacca

immersa nella risacca
che mi copre e mi scopre
non so più quando respiro
e da quale parte
è meglio che io lo faccia

11.11.05

Morte di un pc

Voi credete ai presagi?
A quelle fastidiose voci
che si insinuano nelle orechcie
e ti spingono a fare qualcosa
a cercare di FARE QUALCOSA
TI VUOI SBRIGARE A FARE QUALCOSA??

E tu resti avvolto nel tuo aere impassibile
non credendoci.

Mi è morto il pc irrimediabilmente.
E ora sono tornata.

(Spero)

8.11.05

sogni2 - te l'ho detto che ti avrei risposto a dovere

Tu sei il sogno atteso

sei l'immaginario fatto reale..

fatto carne,
sangue e vita

fatto Abbracci e Amore

fatto batuffolo

per me

da tenere sul cuore...

7.11.05

sogni

...A volte sognamo e non abbiamo il coraggio di ammettere che i nostri sogni potrebbero diventare realtà...che una parte del nostro cuore potrebbe rinascere e generare luce, vita. Abbiamo paura anche solo di fissare il momento nella nostra mente. E allora il sogno viene considerato sciocchezza, stupidità, inganno. E torniamo adulti in tutto e per tutto, perdendo anche ogni singola briciola di umanità per la paura che una luce possa sfiorarci il volto e dirci: "mi avevi aspettato e io sono giunto! Sono qui e ti ringrazio di avermi amato di avermi scelto e condiviso con chi vuoi bene.. sono qui per amarti e darti tutto ciò che hai cercato sognandomi"

4.11.05

commenti

...Non posso obbligarti a rimettere i commenti, anche perché un po’ ti capisco… RARAMENTE qualcuno mi scrive qualcosa, raramente ho la gioia di leggere anche solo una riga che testimonia il fatto che qualcuno effettivamente è passato dal mio blog, anche senza guardare il counter.
Ma li lascio lì, convinta del fatto che prima o poi qualcuno dei miei 39 lettori faccia “il passo” e abbia la forza di commentare qualcosa che scrivo… che il più delle volte non ha bisogno di un commento…io ne sento la necessità, ma 9 post su 10 non hanno effettivamente bisogno di… di… una risposta, perché hanno già in se la risposta… e allo stesso modo i tuoi racconti, bhe non vengono commentati forse anche perché al lettore sembra “stupido” commentare con una risata… Molto spesso chi scrive un commento ha il blocco di credere di dover PER FORZA dire qualcosa di sensato e non banale… Ma la realtà è che per chi lo riceve assume i contorni di un abbraccio nel quale adagiarsi… una pacca sulla spalla per dire “ok! Mi piace quel che fai e continua! Continua a lasciare in giro le tue impronte, continua a mostrare i pezzi della tua anima come non faresti in nessun altro luogo…”.
Non creare un ulteriore muro… è vero, se qualcuno vuole dirti qualcosa può anche mandarti una mail… e io continuerò a farlo, perché sono una stupida Orsa che continua a impicciarsi delle vicende altrui, della vita di persone che spento il pc non penseranno più alla taverna, ma alle cose che ci scrivo spero di si. Spero davvero che come mi ha detto qualcuno le cose che dico e scrivo sono importanti e fanno bene al cuore… e se non per tutti è così, o se queste persone sono davvero un’esigua minoranza bhe… mi rincuoro ricordando a me stessa che io ho creato il blog perché Amo scrivere… e adoro essere un’orsa, con tutto quello che comporta…

3.11.05

cocktail

Oggi mi presenterò al mio bancone e mi dirò:

"Voglio una caraffa di silenzio fatta con 1/4 di baci, 2/4 di coccole, 1/4 di sospiri e cioccolata per la restante parte, servita shakerata con uno Stir rosso fuoco e fatta bollire a bagno maria con vino rosso quanto basta per sprigionare nell’aere i migliori profumi."

Dite che saprò accontentarmi?

2.11.05

infondo

i rumori bucolici che aleggiano nella brianza sconfinata sembrano un pittoresco rimando a poeti che furono in un passato che sento mio ma in realtà è di altri.

si fa più fatica a sorridere di quanto mi ricordassi,

eppure sono ancora affascinata dai punti di vista...

31.10.05

care presenze

Ciao…
Come stai?
Prometto sempre di passare a trovarti dato che sei così vicino a casa e poi…
e poi mi lascio assorbire dal reale e non ci vengo mai…

Sì, ho i capelli decisamente più lunghi rispetto all’ultima volta… Prima o poi mi sposerò e farò una di quelle acconciature spaziali che ci vorranno le impalcature per sostenerla!! Però forse sono davvero troppo lunghi…

E ho gli occhi ancora …
…verdi…
…specie in questo grigio di fondo…

Non senti freddo tu?

La nebbia di oggi mi rattrista.

Forse non avrei dovuto passare a trovarti così.
Mi ero ripromessa di portarti solo belle notizie,
di raccontarti cose solo con il sorriso sulle labbra,
e invece oggi non sono molto di compagnia…
ma non potevo rimandare ancora…

Sempre pieno di fiori eh?
C’è sempre qualcuno che si ricorda di te…
Molto più di me!
(questa battuta potevi anche evitarla eh! Lo sai bene che io faccio del mio meglio)
Sì tranquillo,
non mi sono arrabbiata.

Volevo solo dirti
…che mi manchi…

…E tanto…

oggi

Non importa vedere o sentire.
Con questa nebbia
(dentro o fuori che sia)
non si vede e non si sente niente lo stesso.

Che io trovi sfumature di sapori ovunque,
ma non riesca a interpretare quelli a me più cari,
mi lascia sospesa nel vuoto plumbeo di oggi.

Sospesa come se non avessi sostanza o forma alcuna.

Forse è senso di leggerezza.

Forse anche no.

28.10.05

di assiomi, di pasta e di luci calde

Forse parlo per assiomi,
e i miei post non sono altro che ri-affermazioni di verità assodate tipo

“l’acqua bolle a 100°C”

(che poi questo accade solo in certe condizioni e quando te ne accorgi, scopri che ti han raccontato fuffa per anni alle scuole, mentre da bambino avevi questa idea fantomatica dell’acqua che plinck! raggiunti i 100°C perfetti si metteva a gorgogliare felice…Blubblubblub!! E invece scopri che non è così… e allora, prima eri abbastanza grande per capire che sì, si mangia, ma solo in determinate condizioni e a determinati orari…e allora perché non ero abbastanza grande per capire che sì, l’acqua bolle a 100°C ma solo a certe condizioni? Che poi si va in montagna, si cucina la pasta e fa schifo e i tuoi amici ti credono una cuoca oscena, solo perché non si è insegnata la verità subito, ma la si è nascosta perché la si credeva troppo complessa. Che poi di complesso qui c’è soltanto questo pensiero contorto e null’altro. Bhe oltre al mio cervello, ovvio.)

C’è un orso a forma di stella appeso alla finestra che mi guarda e mi sorride.
E’ canale di quella luce che oggi non vuole proprio farsi strada tra la nebbia, umida e avvolgente.

I dubbi e le angosce sono come la nebbia,
non lasciano passare una soluzione,
ti avvolgono fino al midollo delle ossa
ti inzuppano della loro essenza per molto, molto tempo…

…a meno di avere un caldo orso stella come lanterna…

27.10.05

che ieri sera ero malinconica e stamattina di più

Si, ieri sera ero malinconica e non ho potuto farci niente.
Che a sentire mia madre parlare e raccontare, e rendermi conto che, quando non ci sarà più, tutti questi racconti del dopoguerra saranno spazzati via, erosi dal tempo, come se non ci fossero mai stati mi si stringe il cuore... E lo stesso dicasi per mio padre...

Da dove nasce questo bisogno e forte desiderio
di non lasciare morire le mie radici,
il passato nel quale non ero presente,
la vita di altri?

Se solo potessi...
Se solo sapessi come fare...
a scrivere...

26.10.05

come vivere

A volte si impara a vivere certe situazioni
solo immergendocisi dentro
fino alla cintola,
prima.
Fin sopra la testa,
poi.

Che a gustare i sapori non tutti sono capaci
e a volte ti scherzano
solo perchè tu riconosci il sapore delle botti di rovere
e loro no.

Ti scherzano,
ma non sanno quello che si perdono...
ed ecco il sottile piacere
che accuisce ancora di più il gusto...

25.10.05

hell

L'inferno potrebbe essere anche così:
un mal di testa lancinante,
il telefono che non ti da tregua,
mille scartoffie sul tuo tavolo...

altro che risorgere come una fenice...

24.10.05

fine settimana - inizio nuova

Fine settimana tra rose, teatro, corsa nelle foglie, tanto amore, concerto capitato per caso e sicuramente benvoluto... Tante parole, tante promesse, tanti discorsi... E ancora tanto amore...
E oggi
oggi nebbia.
Come una coperta, avvolgeva la mia macchina,
e scesa,
il mio corpo fino alla cintola.

Per un attimo ho creduto di capitare nel film non ci resta che piangere... e vedermi davanti Leonardo...

Che traumatico inizio di settimana...

21.10.05

fantasie di colori

Domani sarà una bella giornata.
Mi alzerò e ci sarà il sole
e a poco farà scomparire la nebbiolina mattutina
che si adagia mollemente sui campi semi addormentati.
E sorriderò dolcemente, con i capelli sciolti e la faccia impastata di sonno.

Poi mi vestirò,
legherò i miei capelli
metterò un cappellino, il piumino e le scarpe da trekking.
E poi andrò al parco di Monza
E correrò tra le foglie.

Tra i mille colori autunnali
Riderò di gusto e gusterò le tue risate
Amore mio

Nel vedermi tornare orsetta
E non oste…

Nel vedermi raccogliere i colori
Per riempire di luce l’autunno
E l’inverno imminente…

Fermiamoci in questa immagine
Da tenere sul cuore…

…Tu solo sempre…
…Tu sola sempre…

20.10.05

Sad

piove sulle mie convinzioni,
piove sulle mie paure,
piove suoi miei errori
e sulle mie esaltazioni
piove
piove sui miei sorrisi
su quelli tristi e su quelli veri
piove
goccia dopo goccia
arriva a inondarmi l'anima
ancora una volta
a pulire dal nero
lasciando ferite e detriti
e
piove
non ultimo sui miei capelli
nelle cui curve riscopro
e ricordo
il muoversi dei flutti.




(...mi ricorda qualcosa...)

poesia

"il poeta è colui che è in grado di far partecipe gli altri delle proprie sensazioni, delle proprie emozioni. Colui che trova le parole giuste per spiegare cose che di solito, se spiegate, perdono di significato"

...Anche io vorrei fare il mestiere del poeta...
Ma non sono capace di lasciarmi avvolgere a pieno dalla poesia, e mi sono lasciata invece avvolgere fin troppo bene dal fatto che "la letteratura purtroppo non paga per viverci"...

19.10.05

Lo sai?

"Sei come un bel barbera d'annata
amaro come la notte senza amore
come il letto vuoto al risveglio
e ristoratore come un abbraccio fraterno
o il sostegno di un amante..."

Adoro la personificazione del vino.
(o la vinificazione delle persone?!)
...Hemingway insegna...

eh già...

Ci si rialza sempre
- dicono, e forse l'ho detto anche io -
E quando ci si rialza si vedono le cose in maniera diversa
- già, in maniera diversa -
...

DIVERSA
non necessariamente
MIGLIORE

17.10.05

"Ma tu che strumento vuoi suonare? Chitarara, basso o tastiera?"
"Tastiere"
"Perchè?"
"Perchè è il veicolo più completo per comunicare qualsiasi tipo di emozione"

14.10.05

...Mentre mi torturo l'anima ho pure rotto un'unghia...

Stanchezza...
che invadi tutto,
che mi rubi ogni briciolo di energia,
di forza
di vigore
di istinto,

Cosa ci trovi di così piacevole
nel torturare la mia anima
che da sola non riesce a sovrastarti?

13.10.05

Buon umore

Non so quanto durerà e non mi importa affatto.
Al momento mi ci crogiolo dentro come se stessi facendo il bagno in una immensa tazza di cioccolata...
Non che mi sia svegliata con chissà che allegria in corpo, ma, sarà stato il leggere una rivista che parlava di cioccolato...Sarà stato lo scoprire ancora una rosa fiorita nel mio giardino...Sarà che quella rosa è gialla, di un giallo davvero carico e l'ho portata in ufficio insieme a quei fiori di ottobre dei quali non ricordo il nome, gialli anch'essi... Sarà che non so dare altra spiegazione e non ne voglio trovare...
Ma sto bene.
Ho il cuore leggero come se mi fossi appena innamorata.
O forse mi sono solo ri-innamorata.
Dell'uomo-orso di sempre.

O forse non è neanche quello...o è la somma di tutto...unita al fatto che forse, finalmente, vedo l'autunno da un punto di vista differente... e non lo vedo solo come depressione.

Buona giornata a tutti!

12.10.05

il Vero Nero

…Se hai occasione vai a conoscerne il prete

l'ultima volta che l'ho visto girava in "borghese" con al collo una croce .

Lui ha dentro IL Nero
se lo fissi lo vedi
lui ha dentro il Nero che strappa agli altri
vedi le urla di donne e uomini e bambini
vedi gli sfruttamenti
vedi il terrore
e il suo mettersi in croce
o lasciarcisi mettere…
ti da la sua pace e si prende il tuo dolore
....
...
è impressionante
....
e si è accorto che io riesco a vedere questo
...
allora non mi fissa più negli occhi
non a lungo
....
ma non serve a molto.
E’ come sapere che c'è una porta dietro la quale c'è l'inferno
e tu sei dietro la posta chiusa e non c'è lo spioncino
ma sai lo stesso cosa c'è dietro
anche se non lo puoi vedere
anche se ci mettono un armadio davanti
sai lo stesso…

…che ha scelto di vivere il dolore da solo
di lenire quello degli altri
e di affidarsi solo a Dio
senza poter neanche piangere sul grembo di una donna
ma solo davanti a Dio.
....

un nero così non l'ho mai visto…
il nostro a confronto è bianco lucente

10.10.05

Raccontami qualcosa...

Ieri sono andata a una sagra regionale.
Tanti prodotti tipici di ogni regione e tante bancarelle
e
ho visto un quadro.
Ho pensato che quel quadro sarebbe stato bene nel tuo ufficio ma non era un'opera fantasy.
Era un paesaggio.
Un signore che fa il cielo con l'acquerello e il resto dei soggetti, quasi sempre case o covoni sono fatti con le foglie e gli alberi le loro chiome sono fatte con fiori bellissimi ma non c'era il prezzzo e l'uomo della bancarella era stanco e infreddolito per dare ascolto a due "ragazzini" che commentavano con attenzione ogni suo quadro

Poi ho bevuto la vodka alla prugna con salsiccia della rep. ceca
olive pugliesi
pane sardo
mirto
vino siciliano
marchigiano
veneto
sardo
ligure


più bevuta forse che mangiata.
Ma mentre in un dopo un po’ distante coccolavo la pelliccia di un orso semiaddormentato dalle sue labbra è uscita questa richiesta

"Raccontami qualcosa"

"raccontami qualcosa di te... qualcosa che mi vuoi dire"
e se all'inizio ho sentito una fitta al cuore con una domanda: “Come? Cosa vuol sapere che non sa già?”

Poi l'ho sentito come una richiesta di un cucciolo bisognoso di sentire la mia voce e di sentire le mie mani che accarezzavano il suo musino
i suoi capelli
la sua schiena...
il bisogno di avere certezze e concretezza...
il bisogno di riconoscermi non solo per il profumo
o per le fattezze,
o per il sapore...

Ma il bisogno di riconoscermi
con gli occhi del cuore...

7.10.05

Nebbia

Densamente riemergo dalla nebbia.
Soffocare
e
soffrire durante.

Ma riemergere è stupendo.

6.10.05

no, niente polenta

sono triste... qualcuno conosce un posto nella mia zona dove vendono una villetta? anche villetta aschiera, non mi formalizzo...

com'è difficile trovare la "casa dei propri sogni"...

e cmq sì, la verità è che sono triste perchè ieri sera non sono riuscita a mangiare la polenta e il brasato...

5.10.05

Stasera polenta e brasato

A volte credo che il desiderare tanto di corre in mezzo alle foglie, quando l'autunno avanza e i colori cambiano,
sia semplicemente per prendere la loro ultima energia vitale, invece di lasciarla prendere al terreno e ai vermi.

Stasera polenta e brasato, come il più classico dei giorni invernali.

E sono felice.

4.10.05

...immagina

immagina di essere lì
fermo e immobile
immagina di essere lì
e gli altri decidono della tua vita
e tu senti tutto e non puoi fare niente.
E loro non sanno che tu senti.
Ti credono inerte.

Non puoi neanche piangere
come quando eri bambino.
Non puoi neanche sperare
perchè non sai cosa potrai fare
o forse sai che non potrai fare niente.

Tu
che faresti?

3.10.05

NEVE

Eccoci qui alla prima.
Il mio cuore è innevato di fresco.

..di matrimoni e di funerali...

Fine settimana dedito all'ozio e alla "rappresentanza".

Un matrimonio che doveva essere una pietra preziosa nell'ambito delle amicizie, si è rivelato un paiolo ricoperto di un sottile strato d'oro che si è increpito già durante i festeggiamenti... e dato che nessuno dei due sposi pare avere le "qualità" di re Mida, solo il tempo dirà quanto e quando si sgretolerà mostrando la sua vera facciata di "comodo".

Un funerale, che doveva essere un arrivederci, anche perchè odio la parola addio, ad uno dei locali che per sei anni di seguito è stato il punto di incontro delle nostre serate che si snodavano in "giri in giro"....Pieno di gente, di amici e conoscenti tutti in "nero" compresa di bara e "moglie-amante-PROPRIETARIA" del locale a piangere sulle "sue spoglie".

Insomma...un matrimonio molto mesto e un funerale al suono di Metallo pesante al sapore di ricordi..un delicato mix per sanare l'anima e darle una stagione intermedia tra l'estate e l'inverno... e poi dicono che le stagioni non sono più quelle di una volta... :)

29.9.05

WHAW!

BENVENUTO LORENZO!!!
Kg 3,550

New Popo

Allora arrivi finalmente!!
Proprio mentre scrivo queste righe che resteranno qui per tempo.
Arrivi in uno scorcio di sole mentre il grigio giorno ci aveva attanagliato l'anima nella tua attesa...
Arrivi in una dolce ora, quella della merenda...e per ora che arriverai sarà quasi l'ora del thè... E noi pasteggeremo a spumante e leggerezza perchè sei tra noi e sarai dei nostri...
Piccolo batuffolo incontaminato...
che i tuoi angioletti protettori ti facciano crescere trasparente nell'animo e nel cuore...che la fortezza sia una tua virtù mista alla carità e alla pietà verso gli altri...
Che tu possa sempre trovare la luce dentro di te, che quella fuori non è mai abbastanza luminosa... che tu possa capire davvero che cos'è l'Amore e possa trovarlo dentro altri due occhi...
Che tu possa un giorno porvare il brivido di diventare genitore, e credere che sia possibile crescere un figlio anche in questo mondo anche in questo caos e incertezza nel domani, perchè anche TU sei "il domani" e anche tu sarai generatore di futuro.

Non avere paura di crescere.
Non avere paura di piangere.
Non avere paura di chiedere...cerca in te e se non trovi, umilmente chiedi...
Non credere al "nero invincibile"...
Non credere alla "luce suprema"...
Credi alla giusta via di mezzo della quale siamo composti.

E quando imparerai ad apprezzare il vino, ricordati di vedere sempre i suoi molteplici lati, le sue molteplici doti, i suoi molteplici errori...

E io sarò qui ad aspettarti, oste come sempre.

Perchè anche tu possa trovare la tua Vocazione!

Ben arrivato!

27.9.05

Medicina

Ho suonato un'oretta in solitaria e prima di riporre H., la mia chiatarra, l'ho accordata. Non che fosse molto scordata, però...

E' paradossale e parecchio stupido, lo so...Anche perchè sto cercando ti trovare un arpeggio che inquesti giorni mi tormenta e non ho avuto molta fortuna (cavolo, con il "mezzo" scordato...).

Così accordata invece di riporla come meditato, l'ho suonata e ancora e ancora e la sua voce ora limpida è tornata a splendere e regalarmi la gioia...Sentivo vibrare nella cassa di risonanza ogni singolo accordo e nota e frazione di vita...

E' stata una festa per le orecchie e una medicina per il cuore.

E il sorriso è tornato, anche senza vederlo (il sole) ma con la rinascita della convinzione che c'è...e semplicemente dorme mentre io lo veglio...

Assenza

Suono come un'anfora rotta svuotata d'Amore.
Giaccio ( come il vino dell'anfora )
a terra priva della facoltà di muovermi oltre ma
percependo incredibilmente la mia presenza.

L'eco dei miei singhiozzi non risuona fuori
e dentro di me rimbomba come una guerra.

Il sole tornerà di pari passo al sorriso...
...
Vero?

26.9.05

freddezza razionalità e dolore alla cervicale

Ho dimostrato di essere fredda e calcolatrice per mia fortuna nel w-end.
E anche tremendamente razionale.

Ma ora questa cervicale sta guastando tutto.

Avete rimedi??

23.9.05

suggestione

sentire che infondo mi cerci ancora.
mi sono sentita descrivere in un'altra,
un'altra più giovane.

Ma, amico mio,
è solo suggestione.
Il tempo passa inesorabile per tutti...

E mentre io sono una bottiglia aperta e su un altro tavolo
lei ancora giace in cantina,
in attesa del suo turno.

Non aspettare il vino che è già stato assaggiato e scelto
da un altro.
(ottimo degustatore aggiungerei)

Puoi assaggiare da solo il vino da scegliere.
Puoi provare davvero
ad assaggiare lei...

22.9.05

senza fine

Seduta sull’ampia spiaggia che mi sono creata, fisso il mare e il suo mutevole corso, mentre lambisce le mie sponde e mi porta i profumi di terre lontane.
Cosa spinge un balenottero ad arenarsi?
Cosa spiega l’incedere della marea insaziabile divoratrice si lembi di terra una volta rigogliosi terminali di arrivo di nuove aspettative?

L’incostanza è fatale quanto l’Amore può essere rigenerante.

Attendo l’autunno per le 23:45.

21.9.05

'llenate de mi

E intanto correndo correndo non abbiamo trovato un attimo per noi. Proprio oggi. Proprio in questo giorno…
Il sole e il freddo bussano insieme alle porte per ricordare che l’inverno è imminente e che la coperta deve essere tirata fuori dall’armadio buio per fare un po’ di luce…
Dove nascondi le tue voglie?
Quando decidiamo insieme il film piuttosto che i tuoi vestiti o il colore dei miei trucchi?
Come fai a contemplarmi?
Vorrei sentire adesso quel tuo sguardo che dice “..’llenate de mi..” anche se so che ho sbagliato ancora una volta a scriverlo e anche solo pensare come si scrive… Vorrei sentire la tua risata fresca come una pioggia primaverile e inaspettata come la risacca quando sovrasta gli scogli…improvvisa ed emozionante… e vorrei le tue mani che sanno scivolarmi addosso come la seta…
Ho un abbraccio che ti aspetta…
Quando torni?

Perchè d'elitè?

Perchè sono considerata molto stile Ungaretti, specilmente gli ultimi post...Molto ermetica e quindi non un blog "ad uso commerciale" ma diciamo... tipo botique...

(A dire il vero non mi sembrava... ma un paio di lettori l'hanno affertmato e così mi è venuto il dubbio...)

Anche se non riuscite a commentare grazie di leggermi :)

COMUNICAZIONE DI SERVIZIO

Sono stata informata che a qualcuno si impalla explorer quando cerca di scrivermi un commento. Succede anche a qualcun altro?? Io ho provato ad automandarmi un msg e dovrebbe essere andato...

Cortesemente, se anche voi non riuscite me lo fate sapere con una mail anche breve? ...in qualche modo supplicherò il datore del blogger ad aiutarmi...

Baci e grassie della collaborazione!

20.9.05

ma...

...Secondo Voi questo è un blog d'elitè?!
(che poi... si scriverà così??!)

sempre più tardi

Sempre più tardi mi avvicino
sempre prima mi allontano.

Peggio del sole nella sua orbita al passare delle stagioni.

Decisamente invecchio.

19.9.05

Magüt - muratore -

..Scompongo l'anima in tanti mattoncini
per capirne l'essenza
e ricominciare da capo a costruire l'Amore...
Le lacrime sono l'acqua,
i baci sono il cemento...
Gli abbracci sono gli additivi per renderlo più forte...

16.9.05

Datemi...

..Un sogno di Alluminio in cui vivere
Per sfuggire a una baraccopoli di banalità.

15.9.05

Appareze

Ho nella testa un profumo.
E' avvolgente,
come una carezza
e vellutato,
non forte da dare fastidio.

E' colorato dal sole del tramonto
e arricchito dai miei ricordi...
Ha un sapore forte e dolce e succoso
e al tatto è polposo e morbido.

Ditemi voi come può essere... Ma dal mio balcone oggi ho pecepito ancora quel fantastico profumo che hanno le pesche nettarine mature sugli alberi...

Non sarà mica stato qualche nuovo detersivo della vicina?!

14.9.05

Nero di seppia

Oggi sono nera come una pagina su cui è stato rovesciato dell'inchiostro... Sfuggevole e che non lascia scampo...che invade ogni spazio libero e ancora e ancora... inglobando ogni spiraglio di luce ogni piccola fessura che lascia trasparire un piccolissimo respiro di vita.

Nera.

Delle peggiori.

Forse però, se fossi stata le seppia che ha sputato tutto questo inchiostro starei peggio...

13.9.05

Cancellata per una password.

E’ una sensazione strana sentirselo dire.
“Ti avevo dimenticata per fare spazio alle pwd dei server che gestisco. Capisci, non ci sentivamo mai, messaggiavamo pochissimo e così, ho deciso di rimuovere dalla mia mente i cluster che contenevano i tuoi ricordi. Non ti sarai mica offesa, vero… come hai detto che ti chiami?”
Allora mi sono toccata il polso e ho contato le mie ossa e ho sbattuto la testa al muro per vedere che provassi dolore… non mi risulta che le macchine lo sappiano già fare…
Essere considerat solo uno spazio di memoria inutile perché momentaneamente non utilizzata. Scomparsa. Volatilizzata.

“Ma io c’ero! Sono stata lì, là e anche dall’altra parte!”
“sì… Ma non eri qui…” mi dice indicando il cuore.
“ma tu qui ci sei sempre rimasto…”
“sarà stata una partizione non formattata” risponde….

Cancellare qualcuno è un po’ come ucciderlo…solo, è senza spagimento di sangue...

12.9.05

Tu chiamale se vuoi Emozioni

Scoprire per caso di essere stata linkata da una persona importante. Da una donna che mi ha fatto assaggiare il mondo dei blog, che mi ha dato la possibilità di frugare tra i suoi link, tra il suo Nero e il suo Bianco sempre in conflitto, tra la vita di ogni giorno... E' stato come ricevere una notizia meravigliosa... E' stato sentirsi importanti...

Allora colgo l'occasione e dico GRAZIE... A chi mi viene a trovare in questa taverna anche con assiduità anche solo per sbirciare quello che accade...
Grazie a chi mi linka e magari non lo so... e non me ne accorgo e quando me ne accorgo è sempre una scoperta...
Grazie a Voi ovunque siate...

intrisa come una spugna

Oggi sono intrisa di ricordi. Mi avvolgono come una calda coperta. Sento il loro profumo come quello di una calda tazza di thè fumante. Sfogliando fotografie, cartoline rivedo volti amati o compianti, ripeso a sogni rincorsi e abbandonati, rincorsi e raggiunti e ritrovo anche questa dietro un volto e due occhi al sapore di affetto e sfida:

Il mio vento sta cancellando
Il mio disegno intessuto di polvere d’oro.
Lo sta smantellando,
mattone dopo mattone.
Tra poco non ne rimarrà che il ricordo
E presto anch’egli scomparirà,
sopraffatto da parole e urla,
come la sabbia vinta dal vento.
Ma, come ogni singolo granello
Vola per spazi infiniti
Per poi tornare, un giorno,
al paese Natale,
così i miei ricordi, concatenati ai tuoi
vagheranno senza meta per le anime
per poi tornare
all’origine
Nascita e Morte
Di ogni Sentimento.

Rinascere ogni volta nuovi. Stapparsi ogni giorno vino giovane e spumeggiante, vino vecchio e pieno di sapore… Bianco o nero stavolta ha poca importanza.

9.9.05

Di pioggia e di sole

Ieri, dicevo, ero inquieta. E qualcuno (dato che non so ancora linkare le pagine date un'occhiata hai commenti), qualcuno, voleva sapere se ho scoperto il perchè.

Ho scoperto che ho un delay di 3 ore: dall'inquietudine al temporale ci sono tre ore pulite pulite. (inquietante, ma l'ho già testato un paio di volte)

Ho scoperto che avevo uno svarione di pressione, dato che quando mi sono alzata dalla sedia a momenti mi ritrovo per terra a pezzettini.

Ho scoperto che attendevo tantissimo l'incontro con il mio Orso... e che ero talmente tesa nell'attesa per tendermi verso di lui... Che mi sono addormentata mentre mi coccolava dolcemente, finalmente nella pace dei sensi... A volte più di un orso sembro un gatto. Ma una micetta bella, con il pelo bianco e con gli occhioni verdi verdissimissimi.

Quindi si può dire che le ho azzeccate tutte!

Oggi però è un giorno di tenebra avvolto in un abbraccio di pioggia e che ora, dopo aver tentato di ucciderti per un pò di ore con la pioggia ti bacia distrattamente con un tiepido sole.

Vedo cavalcare lontano lontano cavalieri erranti ed ebbri delle loro domande: "Dov'è la strada? Dove sono le risposte? E le loro domande? E tu chi sei?"

(Uhm. Al mezzogiorno devo decidermi a mangiare più leggero..)

Fine settimana di coccole baci e buone bottiglie a tutti!

8.9.05

Inquietudine

Oggi l'animo mi ripullula come "il frangente nella fratta" (direbbe Il mio caro Montale)... Cosa c'è? Sarà l'animalesco istinto per percepire i temporali imminenti che con gli anni si accuisce con la precisione di un orologio svizzero? Sarà l'attesa della sera per vedre il mio Orso che mi turba e mi agita? Il fatto che devo andare a correre e mi sta passando la voglia?

O semplicemente... Ho mangiato troppa liquirizia e la pressione fa le bizze?!

Uh Oh

A volte non capisco cosa mi combina il blog...
Comincio a pensare che abbia una vita propria...
Decisamente inquietante...

Irrompere nel nuovo giorno

Irrompere nel nuovo giorno.
Essere lì mentre il sole sorge e ti trova e ti dice:
“Ma tu non dovresti essere qui, ne sei conscio?”
e tu invece ci sei e apri le braccia per aumentare la superficie su cui i raggi nuovi possono
scaldarti,
coccolarti…

e ti tuffi nei ricordi più dolci al sapore di miele d’acacia
quei sapori che ti restano impressi
come una voglia a forma di stella
sulla pelle bagnata dall’acqua del mare
in un giorno che non sappiamo dove sia,
in un’alba appena nata e già trasformata in giorno fatto
per poi invecchiare in un tramonto
e morire
in una notte.

Silenzio.

Il silenzio della notte che ti senti sulla pelle
come il soffio delicato di un amante giocoso…
non angosciante
non straziante,
ma delicato e premuroso di sguardi e carezze
e attimi infiniti e infinitamente carichi di colore,
magia,
sentimento…

Respiro.
Inspiro…

…Espiro.

Inspiro…

…Espiro.

E tra il primo e il secondo attimo
scorre una frazione di secondo,
tonificante come una corsa,
che riempie che rende consci della propria consistenza,
della propria massa.

Senza fretta.

Senza dolore.

Gli attimi passano veloci anche senza che noi li si insegua.

7.9.05

Cose e persone e ricordi

Oggi ho rivisto qualcuno che non mi aspettavo.
Tra la folla di gente, il mio sguardo si è focalizzato su di lui e i pensieri sono andati ad anni lontani dove si discuteva della bellezza di un Caravaggio piuttosto che dei significati simbolici nascosti ne “La primavera” del Botticelli… L’uomo che mi ha insegnato che l’arte può essere esposta con Arte e che mi ha fatto ricordare (marchiandolo a fuoco nella mia mente) che non possiamo fare altro che cercare di dare un’interpretazione di un’opera… Ma che il vero significato che un autore di dipinti o prosa ha voluto dare alla sua opera, morirà sepolto con lui… Perché potrà esporlo alla folla che cercherà di annuire, fingendo di capire… Ma non si può sempre spiegare un vagone di sentimenti… Non si può rendere partecipi le persone di quello che un’alba vista in riva al mare ci suggerisce nell’intimo. Si può tentare. Ma a volte noi stessi non si capisce a pieno quello che un attimo prima ci sembrava palese. E chiaro.
E vero.

Chi sa davvero leggere dentro gli altri?
Chi si lascia davvero leggere dentro?

Cosa lascio io alle persone?

In questo continuo consigliare e versare bottiglie di vino, riuscirò mai ad essere ricordata nel tempo quanto io ricordo vivamente lui ad ogni opera d’Arte?

Perché è così difficile fare capire agli altri l’importanza che possono aver avuto nella tua vita?

…Inspiegabile e insaziabile di spiegazioni mondo degli esseri umani…

6.9.05

Bottiglie di Bianco... Bottiglie di Nero

Un tempo pensavo che lo scrivere fosse possibile solo nel mentre di una fase negativa, nera. Ho paginate e paginate di scritti adolescenziali pieni di angosce e dolori e disillusioni… Ho pure vinto un premio per una di esse. E ciò non ha fatto altro che rafforzare in me la convinzione che è il Nero che scrive, il Nero è l’ispirazione.

Ma è scrivere la luce il vero talento.
Scrivere la positività senza banalità, senza sciocche frasi tipiche e convenzionali.
Lasciare correre i cavalli del cuore, insieme.
Bianco e Nero.

Perché è il libero fluire insieme dei due corsi a generare l’Arte.
Quella vera.

Il resto, il solo nero o il solo bianco ostinatamente ostentati, è solo scritto.

…Quanto è difficile …

5.9.05

Sorseggia la vita senza fretta,
con dolcezza.
Cerca di non sprecarne neanche una goccia
e di bere con un Amico al tuo fianco,
anche se orso
anche se oste.