27.10.06

nebbia

Ho finito la scorta di sorrisi tristi da utilizzare in un mese. E mancano ancora quattro giorni. Anche se più che triste erano Amari come il caffè poco zuccherato (io lo preferisco con due bustine), che non è imbevibile, ma quantomeno è fastidioso…fastidioso perché resta attaccato alla lingua all’esofago e ti penetra dentro come una droga dal piacere sconvolgente. Ma il sorriso triste non è piacevole, anche se ti resta appiccicato alla vita allo stesso modo almeno per qualche tempo.

E’ a labbra tese e strette e la tensione si dirama per il resto del corpo scendendo piano piano, dai muscoli del viso fin giù ai pugni ed è inevitabile che spesso mi scappi, al posto di una lacrima o di una parola di troppo. Pensandoci bene è come un elemento di difesa, una maschera rigida per chiudere la porta in faccia a delle situazioni, in modo che Tu, da fuori, pensi che abbia voluto troncare il discorso mentre io, da dentro, me lo porterò appresso ancora un po’.

Ho finito la scorta di queste maschere di cartapesta, almeno per questo mese.
Sappiatelo tutti.

5 commenti:

Sara ha detto...

Due bustine.
E quello del bar della stazione di Bologna è davvero buono.

Dai che è quasi finito, questo caffè amaro.

narsil ha detto...

Ma col nuovo mese fai nuova scorta?
Sai OrsaLè, è sempre un piacere leggerti.
Con o senza sorrisi amari. Forse proprio con e senza.
Un bacio
s.

Anonimo ha detto...

Meglio così. Che forse ti scapperanno fuori sorrisi felici (anche se nei confronti di novembre io sono molto prevenuta)

Anonimo ha detto...

Ero io quella di prima (Giorgi)

OrsaLè ha detto...

hehe... in novembre si rifà la scorta come dei biscotti.. e diciamo che ho avuto sorrisi felici e incazzature paurose ma - finalmente - niente vie di mezzo ;))

Cmq si sta abbastanza bene e riscalda il cuore leggere i Vs commenti.

Un abbraccio grande :**