28.7.08

il Matrimonio - il giorno - parte seconda

Esco dalla camera, sono innegabilmente nervosa.
Dopo aver snocciolato a Cristiano i problemi della giornata appena cominciata, cerca di farmi sorridere e di farmi rilassare. Cominciamo con le foto: prima in soggiorno, poi sulle scale, poi alla specchiera e poi in giardino! Che bellezza, spero siano venute bene! Io giravo veloce pur avendo il tacco e Sara, Carlo ed Elena mi rincorrevano tenendo l'abito e il velo per non farlo sporcare.

Finite le foto, i parenti vanno in chiesa e noi si chiude casa. Diego è già pronto con l'auto e il tempo mi sembra stringere: sto andando a sposarmi!!

Arriviamo alla chiesa e c'è tantissima gente fuori ad aspettarmi. Don Luca esce a salutarci e ad accoglierci e fa entrare tutti. Siamo sul sagrato io e il mio papà. Gli stringo fortissimo il braccio. Poi cominciamo la navata e parte la marcia nuziale con organo e tromba: sono agitata, ho un nodo in gola, e vedo il mio Orso all'altare con un sorriso smagliante e gli occhi luccicanti che brillano solo per me. Non riesco a vedere nessun altro.

Arriviamo all'altare e mi accorgo che mio padre piange...non vuole lasciarmi andare... Orso cerca di tranquillizzarlo, ma non vuole andare a sedersi...piange come un disperato...tutte la compostezza che ha tenuto in questi mesi, si scioglie in un solo attimo lacerandomi il cuore... comincio a singhiozzare anche io, ma riusciamo ad uscire da questa situazione, andando a sederci "ognuno ai propri posti" e ascoltando il canto di ingresso.

2 commenti:

arry ha detto...

mmm, ricordavo che lo sposo attendesse la sposa sul sagrato, non all'altare... no?! boh! paese che vai usanza che trovi!

Sara ha detto...

...sorrido un po' nel leggere, sai.
Poi non te l'ho più detto, ma eri bellissima.
Cento volte più bella di Biancaneve, ecco.