26.10.07

Voglia di una birra e di una serata senza parole per cancellare tutto questo nero profondo, per uscirne senza farmi nemmeno sfiorare.

5 commenti:

marinz ha detto...

Ciao OrsaLé.
Leggo parole tristi nel tuo blog.
Non so cosa sia successo ma forse lo intuisco.
Mi spiace tanto di questa tua tristezza... spero che presto rispunti il sole nelle tue parole e quindi nella tua vita.
Un abbraccio virtuale
Marinz

OrsaLè ha detto...

Grazie Marinz.
Dubito si possa capire, ma ti ringrazio tanto lo stesso.

Nella mia vita privata adesso, l'unico punto fermo è il mio Orso.

Le altre parole tristi sono per tutto il resto....

Anonimo ha detto...

Beh, non so di chi parlassi nel post precedente, ma so di cosa parli ora.

Ricorda sempre che, per quanto possa essere profondo il buio, si attraversa la notte senza diventare neri e che c'è sempre un'alba che ti aspetta...

Il tuo Orso-punto fermo.

OrsaLè ha detto...

si Orso mio... è che l'altra volta quando è arrivata finalmente l'alba, la notte mi aveva trasformato in un'Orsa e mi chiedo cosa potrebbe farmi adesso...

Anche se, a differenza di prima, adesso ho te...

Giorgia ha detto...

sono contenta che il tuo Orso ci sia sempre. Mi ero preoccupata... Spero che tornerai presto a sorridere
Giorgia